Reddito Di Emergenza 2021

Reddito di emergenza

Reddito di Emergenza per Famiglie in Difficoltà

Hai un reddito familiare, relativo al mese di febbraio 2021, particolarmente basso e il tuo ISEE non supera 15.000 €?

 

Potresti aver diritto al Reddito Di Emergenza il cui valore varia in base alla situazione economica dell’intero nucleo familiare.

Rivolgiti all’ufficio della CGIL più vicino per verificare il tuo diritto al Reddito Di Emergenza, per calcolare l’ISEE e per l’invio della domanda di Reddito Di Emergenza (se hai già l’ISEE, portalo con te).

 

La domanda va inoltrata entro il 30 aprile 2021.

Documenti Necessari

Reddito di Emergenza per Chi ha Smesso di Percepire la NASPI tra Luglio e Febbraio

Hai terminato di percepire la NASPI tra il ° luglio 2020 ed il 28 febbraio 2021?

Hai un reddito ISEE inferiore a 30.000 €?

Se non stai lavorando, non sei pensionato e non percepisci il Reddito Di Cittadinanza, potresti aver diritto a 3 mensilità di Reddito Di Emergenza da 400 € ciascuna, per un totale di 1.200 €.

Rivolgiti all’ufficio della CGIL più vicino per il calcolo dell’ISEE e per l’invio della domanda di Reddito Di Emergenza (se hai già l’ISEE, portalo con te).

 

La domanda va inoltrata entro il 30 aprile 2021.

Documenti Necessari

Ai sensi dell’art. 12 del DL n.41/2021 il REM spetta a:

 

  • nuclei familiari in condizione di difficoltà economica e in possesso dei requistiti previsti dal comma 1 del citato Decreto
  • coloro che hanno terminato tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 di percepire Naspi o DIS-COLL e che siano in possesso di un ISEE non superiore a 30.000€ anche se non in possesso dei requisiti di cui al comma 1 del DL n.41/2021. La misura in questo caso è pari a un importo fisso di 400€ per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2021

 

Requisiti e Quantificazione del REM:

 

  • da 400 a 800 Euro per 3 mesi (marzo, aprile e maggio 2021);
  • residenza in Italia al momento della domanda (tale requisito è verficato con riferimento al solo componente del nucleo familiare che richiede il beneficio)
  • ISEE inferiore a€15.000;
  • patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2020 inferiore a 10mila euro (massimo fino a 20mila euro in rapporto al numero di componenti familiari – La soglia e il massimale sono incrementati di 5.000€ per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza);
  • no titolari di pensione diretta o indiretta ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;
  • incompatibilità con le indennità Covid-19 di cui allrt.10 del DL n.41/2021;
  • il valore del reddito familiare, nel mese di Febbraio 2021 determinato in base al principio di cassa, deve essere inferiore all’ammontare del beneficio incrementato in caso di canone di locazione nella misura di 1/12 dell’ammontare annuo dello stesso;
  • nessun membro del nucleo familiare è titolare di un rapporto di lavoro dipendente la cui retribuzione lorda sia superiore all’importo del beneficio (coloro che beneficiano del Rem come “proroga” della Naspi/DIS-COLL non devono avere un contratto di lavoro o una collaborazione coordinata e continuativa alla data del 23 marzo 2021)
  • non bisogna essere percettori del reddito/pensione di cittadinanza

 

I requisiti (ad eccezione della residenza in Italia) devono essere soddisfatti da TUTTI i componenti del nucleo familiare.